• home
  •  / comunicati stampa
  •  / SP n. 57 Mantova - S. Matteo - Viadana: senso unico alternato in prossimità del ponticello sul canale Degana - Loiolone e transito vietato ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate tra Cesole - ponte Torre d'Oglio

SP n. 57 Mantova - S. Matteo - Viadana: senso unico alternato in prossimità del ponticello sul canale Degana - Loiolone e transito vietato ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate tra Cesole - ponte Torre d'Oglio

13.03.2020 10:43

Dalle ore 10 di giovedì 19 marzo

Istituzione, a partire dalle ore 10 di giovedì 19 marzo 2020 del senso unico alternato lungo la SP n. 57 "Mantova - S. Matteo - Viadana" in prossimità del ponticello sovrappassante il canale Degana - Loiolone, nel territorio del Comune di Marcaria e transito vietato ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate nel tratto Cesole - ponte di Torre d'Oglio.

Dall'11 febbraio 2020 è stata disposta la chiusura del tratto stradale per dare inizio ai lavori di recupero del manufatto sovrappassante il canale Degana - Loiolone dopo un articolato confronto con la Soprintendenza ai Beni Culturali.  Dopo la pulizia e lo svuotamento del canale è emerso che lo stato di conservazione delle murature e della volta è nettamente peggiore rispetto a quello desumibile dalle verifiche precedentemente effettuate ai fini della progettazione: questo comporterà ulteriori ed estesi interventi di riparazione  con l'installazione di una serie di presidi, finalizzati a garantire la sicurezza delle maestranze, inizialmente non previsti. Per lo stato di profonda compromissione delle strutture murarie (crollo della volta particolarmente esteso e murature profondamente deteriorate) è stato predisposto un intervento di variante al progetto di restauro del ponte. Il  28 febbraio 2020 è stato effettuato un sopralluogo a cui hanno partecipato il Soprintendente Gabriele Barrucca, Paolo Corradini, Funzionario della Soprintendenza, Lorenzo Bettoni Responsabile del servizio gestione e manutenzione strade provinciali con il colega Enrico Zanchetta , Gabriele Squassabia (Direzione lavori) volto ad illustrare alla Soprintendenza dei Beni Culturali l'intervento di variante al progetto di restauro ritenuto dalla Provincia rispettoso degli aspetti strutturali, architettonici, paesaggistici e dei tempi e modalità di spesa previsti.

Il Soprintendente Barrucca ha opposto un fermo e risoluto diniego alla richiesta di variante ritenendola del tutto irricevibile.

Per questo al fine di mitigare il disagio alla circolazione di un'arteria fondamentale per gli spostamenti dal Viadanese verso la città di Mantova si è costretti ad allestire un'opera provvisionale per mantenere il collegamento, se pur a senso unico alternato che permetterà anche ulteriori indagini, visto il peggioramento dello stato del manufatto.