Esame dell'impatto paesistico dei progetti

Normativa di riferimento: parte IV NTA Piano Paesaggistico del PTR Lombardia, DGR 11045/2002, DGR 2727/2011

Procedimenti
Descrizione procedimento

Il richiedente allega alla domanda di autorizzazione dell'intervento il documento denominato "Esame paesistico del progetto", redatto secondo le specifiche della DGR 11045/2002 e degli allegati "Indicazioni per la redazione e consegna dei documenti relativi all'esame dell'impatto paesistico dei progetti" e "Schede per la predisposizione dell'esame dell'impatto paesistico dei progetti".

Il richiedente consegna il documento, in copia unica sia in formato cartaceo che digitale, all'ufficio della Provincia competente al rilascio dell'autorizzazione finale, il cui funzionario provvederà alla trasmissione dello stesso al Servizio Pianificazione e Parchi.

Quest'ultimo cura l'istruttoria e, qualora  l'impatto paesistico determinato dal progettista risulti al di sotto della soglia di rilevanza, può attivare una verifica d'ufficio sull'attendibilità delle considerazioni paesistiche.

Qualora, invece, l'intervento proposto risulti essere di impatto superiore alla soglia di rilevanza, dovrà essere predisposta la Relazione paesistica, il progetto sarà soggetto a Giudizio di impatto paesistico da parte della Commissione per il Paesaggio.

Il Servizio Pianificazione e Parchi redige parere di compatibilità paesistica che sarà consegnato all'ufficio della Provincia, competente al rilascio dell'autorizzazione finale.

A chi si rivolge

A persone fisiche o giuridiche che devono eseguire lavori, opere ed interventi che incidono sull'aspetto esteriore dei luoghi e degli edifici, fuori dagli ambiti vincolati, in particolare sono di competenza autorizzativa della Provincia:

  • attività estrattiva di cava (L.R. n. 14/1998)
  • interventi estrattivi in fondi agricoli e bacini idrici (L.R. n. 14/1998)
  • attività di recupero e smaltimento rifiuti (D.Lgs 387/2003, 152/2006, DGR 10360/2009 ) ;
  • strade di interesse Provinciale;
  • linee elettriche a tensione superiore a quindicimila e fino a centocinquantamila volt;
  • opere relative alla produzione di energia elettrica da fonti energetiche rinnovabili di cui all'art. 28, comma 1, lettera e-bis), della L.R. n. 26/2003;
  • opere idrauliche realizzate dalla Provincia.

 

Cosa fare
Il progettista, in fase di presentazione di qualsiasi progetto che incida sull'aspetto esteriore dei luoghi e degli edifici, deve redige il documento denominato "Esame paesistico del progetto" secondo i criteri forniti dalle "Linee guida per l'esame paesistico dei progetti" previsto dell'art. 30 delle Norme Tecniche di attuazione del Piano Paesaggistico del PTR, in cui  determina l'entità dell'impatto paesistico dello stesso.

Il documento sarà parte integrante del progetto proposto, pertanto allegato allo stesso e consegnato all'ufficio della Provincia competente al rilascio dell'autorizzazione finale.

Per esercitare i diritti di tutela clicca qui

Costi

Non ancora definiti

Tempi

Non definiti dalla normativa vigente, comunque entro i termini di rilascio dell'autorizzazione finale.

Responsabile del procedimento

Giorgio Redolfi
Servizio Pianificazione Territoriale Attività Estrattive, Agenti Ittici Venatori

Dirigente : Dott.ssa Gloria Vanz

Sostituto in caso di inerzia e ritardo del Responsabile del Procedimento e del Dirigente è il Segretario Generale

Referente

Arch. Marisa Calvano

Servizio Pianificazione Territoriale Attività Estrattive, Agenti Ittici Venatori
Tel. 0376/204208
Fax 0376/204462
E-mail: marisa.calvano@provincia.mantova.it