Avviamenti a selezione presso enti pubblici - (Provvedimento di avviamento)

ex art.16 legge 56/87

Procedimenti
Descrizione procedimento
L'art.16 della legge n.56/87 prevede che le Pubbliche Amministrazioni e gli Enti Pubblici non economici (ivi compresi gli Enti Locali e le Aziende Sanitarie Locali) possano effettuare, autonomamente oppure rivolgendosi ai Centri per l'Impiego, assunzioni, sia a tempo determinato che a tempo indeterminato, di personale da inquadrare nei livelli economico-funzionali per i quali è richiesto il titolo di studio non superiore a quello della scuola dell'obbligo, a condizione che lo stesso sia in possesso della professionalità eventualmente richiesta e dei requisiti previsti per l'accesso al pubblico impiego.
Le Pubbliche Amministrazioni interessate, ove non procedano autonomamente, inoltrano specifica richiesta di avviamento a selezione direttamente al Centro per l'Impiego di Mantova entro il venerdì precedente il giorno della chiamata (solitamente si tiene il giovedì con cadenza quindicinale ed il calendario è pubblicato all'inizio dell'anno di riferimento): la richiesta , scritta, può essere presentata su modulo messo a disposizione da detto ufficio e deve contenere ogni elemento utile a descrivere mansioni, tempo, orari e luoghi di svolgimento del lavoro offerto.
Il CPI di Mantova redige l'elenco delle offerte di lavoro presentate dagli EE.PP. ed ha cura che lo stesso sia pubblicato sul quotidiano locale, sul sito internet della Provincia, e agli Albi degli altri Centri per l'Impiego della Provincia. Il giorno stabilito per la chiamata le adesioni dei lavoratori possono essere presentate indistintamente presso uno qualunque di Centri per l'Impiego ma la graduatoria sarà comunque elaborata centralmente dal solo ufficio di Mantova, secondo i criteri stabiliti dallo stesso art.16 legge 56/87 come integrato e/o modificato da successive disposizioni Ministeriali, Regionali, Provinciali.
Detti criteri sono riassunti nella circolare applicativa esposta in ogni CPI e si riferiscono sostanzialmente a tre parametri, anzianità di iscrizione, anzianità anagrafica, carico famigliare.
Per ogni offerta di lavoro sarà formulata una graduatoria che sarà pubblicata all'Albo di tutti i CPI.

I lavoratori aventi diritto saranno avviati alla selezione, che consiste in prove attitudinali attinenti ai profili professionali richiesti

A chi si rivolge
- le persone prive di lavoro possono presentare la loro adesione per tutti i tipi di offerta, sia a tempo indeterminato che determinato.
- le persone occupate, anche con un reddito personale annuo non superiore a Euro 8.000 (in caso di lavoro subordinato e assimilati) o a Euro 4.800 (in caso di lavoro autonomo) possono partecipare esclusivamente alle offerte a tempo indeterminato
le persone occupate, con un reddito superiore a Euro 8.000 (o 4.800 in caso di lavoro autonomo) possono candidarsi per le offerte a tempo indeterminato ma la loro posizione in graduatoria è subordinata a quella delle persone prive di lavoro o occupate con un reddito inferiore ai predetti parametri.
Cosa fare Recarsi di persona (non sono ammesse deleghe), il giorno stabilito per la chiamata, presso il Centro per l'Impiego nel cui ambito territoriale si ha il proprio domicilio, e compilare la scheda di adesione
Costi Nessun costo
Tempi

30 giorni

Responsabile del procedimento


Servizio Provinciale del Lavoro

Dirigente: Barbara Faroni
 

Sostituto in caso di inerzia e ritardo del Responsabile del Procedimento e del Dirigente è il Segretario Generale Dott. Rosario Indizio

Referente Tutti i Responsabili e gli operatori dei Centri per l'Impiego ( link) presso cui ci si rivolge