A L'antiqua - Barocco Music Festival 2017 - 2018

14.05.2017 - 31.05.2018 | Rassegna

Prima edizione

Nell'anno in cui ricorre il 450° anniversario della nascita di Claudio Monteverdi, vede la luce un progetto nuovo e articolato, destinato a non esaurirsi nel volgere di breve tempo ma proiettato negli anni a venire, per contribuire a divulgare la bellezza evergreen della musica barocca.

Già nel 1480 l'umanista Agnolo Poliziano scrisse la "Fabula di Orfeo", rappresentata alla Corte dei Gonzaga. Gli anni a cavallo del Cinque-Seicento videro svilupparsi il "recitar cantando".  Il 24 febbraio 1607 a Mantova si inscenò "L'Orfeo" di Monteverdi, musicista al soldo di Vincenzo Gonzaga e genio assoluto. Dalla sua mente, dalle sue dita, dalla sua anima nacque il primo melodramma della Storia. La parola si è fatta emozione e la poesia, attraverso le note, ha scoperto la sua primitiva purezza, capace ancor oggi di commuovere.

 

In questo 2017 monteverdiano, si è costituita l'Associazione Culturale L'Orfeo, che ha ufficializzato una realtà già operante sul territorio dal 2010 con lusinghieri consensi di pubblico e critica. Presidente e Direttore Artistico è il M° Angelo Manzotti (www.angelomanzotti.it) che ha ideato la prima edizione di "A L'Antiqua - Barocco Music Festival 2017-2018". La kermesse si avvale della collaborazione amichevole di illustri artisti del panorama barocco, tra i quali Lucia Rizzi e Linda Campanella, l'Accademia dei Solinghi di Torino e Il Concento Ecclesiastico di Genova, Rita Peiretti e Luca Franco Ferrari, oltre all'apporto di molti giovani  mantovani che seguono stage teatrali e Associazioni di volontariato del luogo che collaborano alle fasi organizzative. La mission è la rivalutazione del patrimonio musicale barocco, seguendo imprescindibili canoni di qualità e di specializzazione in questo determinato repertorio, rivolgendosi a un pubblico vasto, sia esperto che appassionato o novizio. I cast sono formati da professionisti attivi sulla scena nazionale e internazionale, gli ensemble musicali utilizzano strumenti d'epoca, scene e costumi sono creazioni originali dalla correttezza storica e filologica. Gli allestimenti sono giostrati sulla raffinatezza tipica del barocco musicale, lontana dalla magniloquenza operistica ottocentesca, in grado di condurre gli spettatori in un viaggio a ritroso nel tempo per assaporare sensazioni ed emozioni antiche eppure vividamente attuali. Congiuntamente si mira alla valorizzazione delle bellezze storiche, naturalistiche e architettoniche, nonché a coinvolgere il tessuto sociale ed economico oltre al maggior numero possibile di persone, invogliando specialmente i giovani a interessarsi alla musica antica. L'intento è far tornare a vivere il teatro d'opera come un evento collettivo e popolare, quale è sempre stato dalle sue origini. Il fine divulgativo è perseguito concretamente, fissando prezzi dei biglietti d'ingresso accessibili a chiunque.

 



Barocco Music Festival
Galeotti, Manzotti e Zaltieri

Documenti da scaricare