• home
  •  / comunicati stampa
  •  / Dalla nebbia agli irti colli: moltiplicare la biodiversità

Dalla nebbia agli irti colli: moltiplicare la biodiversità

10.07.2013 16:28

Presentato il progetto che ha come obiettivo la creazione di aree ad elevata potenzialità naturalistica

 Come è nato il progetto
 
Il progetto nasce dalla volontà di alcune amministrazioni pubbliche, che hanno in gestione singole aree naturali e che confluiscono nello specifico tavolo tecnico provinciale di coordinamento delle aree protette, di proseguire l'attività di realizzazione e strutturazione di alcune aree ad elevata potenzialità naturalistica, ancorchè limitate da singole forme di criticità, al fine di costituire gangli di rete ove possano consolidarsi popolazioni di specie vegetali ed animali, nonchè habitat naturali, di elevato valore conservazionistico e anche paesistico. Tali gangli, una volta consolidati ed affermati, avranno la funzione di sorgenti di biodiversità, oltre a quella di ridurre le distanze fra le "isole" sulle quali al momento le singole specie risultano confinate, garantendo un più roseo futuro alle metapopolazioni cui le medesime specie fanno attualmente riferimento.
Identità di vedute e il fatto di afferire ad aree protette "minori" (aree protette diverse da Parchi Nazionali e/o Regionali), ma soprattutto avendo già realizzato interventi utilizzando altre forme di finanziamento, hanno fatto nascere l'idea di proporre uno specifico progetto a Fondazione Cariplo, in quanto l'iniziativa immaginata si inseriva in modo coerente con le finalità del bando "Realizzare la connessione ecologica" ed inoltre gli interventi proposti difficilmente si sarebbero potuti realizzare con altri canali sin qui utilizzati (es. PSR, Misure forestali, Progetti forestali regionali, ecc..).
 
Enti partecipanti
 
Castiglione delle Stiviere, con il ruolo di capofila
Provincia di Mantova, partner e responsabile della comunicazione
Casalmoro, partner
Pomponesco, partner
Ostiglia, partner
Consorzio Forestale padano, cofinanziatore
Ospedale Carlo Poma, collabora mettendo a disposizione un'area in Comune di Castiglione delle Stiviere ( prato arido della Ghisiola)
 
Obiettivi del progetto
Obiettivo generale del progetto è potenziare la funzionalità ecologica e migliorare le caratteristiche strutturali complessive dei corridoi ecologici di I livello della rete ecologica regionale (RER) nella Provincia di Mantova, agendo a scala locale in 5 siti di rilevante interesse naturalistico, di proprietà pubblica o demaniali in concessione ai comuni:
-          Zone umide e prati aridi a Castiglione;
-          Sponde fluviali del Chiese a Casalmoro;
-          Riapertura della lanca nella Riserva Naturale Garzaia di Pomponesco;
-          Miglioramento forestale boschi di salice in golena di Po a Ostiglia.
 
Cronoprogramma
Il progetto, se accolto dalla Fondazione cariplo, si svilupperà nel corso del biennio 2014 e 2015.
 
Importo economico
 
Costo totale del Progetto: € 211.400,00 di cui :
- Risorse finanziarie proprie: € 85.130,00 (45%), già programmate con delibere di indirizzo degli organi di governo degli enti partner.
- Contributi e finanziamenti: Consorzio Forestale Padano: € 10.000,00
-  Fondazione Cariplo: richiesta contributo € 116.270,00 (55%)


Il sindaco di Pomponesco Baruffaldi con gli assessori Gtandi e Leoci