• home
  •  / comunicati stampa
  •  / Ridurre il rischio idraulico e migliorare la qualità delle acque superficiali nell'alto e medio mantovano

Ridurre il rischio idraulico e migliorare la qualità delle acque superficiali nell'alto e medio mantovano

17.01.2019 12:59

La Provincia finanzia due interventi a Castiglione delle Stiviere

Progettazione e realizzazione di un collettore di collegamento tra il fosso Casino Pernestano e l'esistente vasca di laminazione e adeguamento scaricatori di piena per la mitigazione dell'impatto sulle acque superficiali in località Casino Pernestano. Sono i due interventi promossi, coordinati e finanziati dalla Provincia di Mantova a Castiglione delle Stiviere per ridurre il rischio idraulico e migliorare la qualità delle acque superficiali nell'alto e medio mantovano.

Il primo intervento, del valore complessivo di 880 mila euro, sarà realizzato dal Consorzio di Bonifica Garda Chiese e il secondo, il cui ammontare è di 339 mila euro sarà attuato dal gestore dei servizi idrici di Castiglione, A.q.A. s.r.l., per il tramite dell'Azienda speciale provinciale "Ufficio d'ambito di Mantova".

A tal fine l'amministrazione dell'ente di via principe Amedeo ha stipulato col Consorzio e con l'Azienda speciale un'apposita convenzione che prevede tempi e modalità dei lavori.

I due interventi, presentati oggi in una conferenza stampa a Palazzo di Bagno, perseguono gli obiettivi stabiliti nel Contratto di Fiume Mincio e in uno specifico protocollo d'intesa riguardante il medio e alto mantovano, ai quali la Provincia ha aderito.

"Il protocollo d'intesa siglato nel 2015 dall'amministrazione provinciale con i Comuni dell'alto e medio mantovano, l'Azienda speciale ufficio d'ambito, Consorzio Garda Chiese e gestori del servizio idrico - ha spiegato il presidente Beniamino Morselli -, mira a migliorare la qualità delle acque superficiali e a ridurre il rischio idraulico dell'intera zona dopo gli allagamenti degli anni scorsi avvenuti in diversi comuni di quel territorio. Le azioni previste da questo protocollo sono parte integrante del piano d'azione del contratto di Fiume Mincio, sottoscritto nel 2016". 

Si tratta di due interventi tra loro integrati.

"Il primo - come ha spiegato l'ing. Sandro Bellini responsabile del Servizio Acque della Provincia - consisterà nella realizzazione di un nuovo collettore interrato, che consentirà di raccogliere nella esistente vasca di laminazione del Vaso Riale la totalità delle acque di piena del fosso Casino Pernestano, attualmente confluente direttamente nel Vaso Gozzolina, generate per la quasi totalità dallo sfioratore esistente a servizio della rete fognaria del Comune di Castiglione delle Stiviere, e nella manutenzione straordinaria dell'argine sud della vasca di laminazione danneggiata dalle nutrie e modifica del manufatto di scarico di fondo della stessa.

Il secondo consisterà nello spostamento dello scaricatore di piena esistente su menzionato, al fine di consentirne il recapito delle acque sfiorate nel nuovo collettore interrato realizzato dal Consorzio, previo aumento delle portate addotte al depuratore in tempo di pioggia e trattamento prima dello scarico della portata sfiorata mediante realizzazione di un sistema di grigliatura ad elevato grado di ritenzione.
"La Provincia - ha aggiunto Morselli - finanzierà entrambi gli interventi con risorse che la Regione le ha riconosciuto per le attività svolte in materia di rilascio delle concessioni di derivazioni d'acqua, e che possono essere utilizzate per finanziare tali tipologie di attività".
I due interventi dovranno concludersi entro aprile del prossimo anno.
Entro il prossimo 31 marzo Consorzio Garda Chiese e Aqa dovranno inviare alla Provincia il progetto esecutivo ed entro il 31 agosto entrambi avranno l'onere di concludere l'iter autorizzativo del progetto. Prima della fine di novembre dovrà avvenire la consegna lavori che saranno eseguiti nell'autunno inverno 2019 - 2020. "Sono estremamente soddisfatto per l'impegno messo dalla Provincia nel portare a realizzazione i due progetti da cui trarrà beneficio non solo Castiglione delle Stiviere ma più in generale tutta l'area a sud del nostro comune" ha sottolineato il sindaco Enrico Volpi. "Grazie alla Provincia per il lavoro di regia che ha messo in atto per arrivare a questo risultato" ha concluso il direttore di Tea Pietro Falsina.  Alla conferenza stampa sono intervenuti anche Gianluigi Zani, direttore del consorzio di Bonifica Garda Chiese e Francesco Peri direttore dell'Azienda speciale Ufficio d'Ambito.

 



Regimazione acque a Castiglione: presentazione a Palazzo di Bagno