• home
  •  / comunicati stampa
  •  / Prorogata sino al 9 ottobre la mostra ANASTASIS di Agostino Arrivabene alla Casa del Mantegna di Mantova

Prorogata sino al 9 ottobre la mostra ANASTASIS di Agostino Arrivabene alla Casa del Mantegna di Mantova

26.09.2016 13:01
Visto il grande consenso di pubblico e critica è stata prorogata fino al 9 ottobre 2016 la personale di Agostino Arrivabene  "Anastasis" allestita negli spazi della Casa del Mantegna in via Acerbi a Mantova.
La mostra, curata da Alberto Mattia Martini e Gianfranco Ferlisi, è organizzata dalla Provincia di Mantova: in esposizione 35 opere in grado di ripercorre il lavoro recente dell'artista cremonese, dal 2010 a oggi.
 
L'Anastasis rimanda a un tema iconografico dell'arte bizantina e raffigura la Resurrezione di Cristo e la sua discesa agli inferi per recuperare le anime di Adamo ed Eva. Una rappresentazione che richiama il viaggio di Orfeo - qui raffigurato in un dipinto del 1994 - e sul quale riecheggia la rilettura paleocristiana del mitico cantore, visto come prefigurazione della morte e della resurrezione di Cristo. Per le prime comunità evangeliche, infatti, la simbologia di Orfeo con la cetra veniva interpretata come immagine cristologica in riferimento al Salvatore che vince sulla natura.
 
La rassegna esprime un forte sentimento della contemporaneità, che risponde all'impegno di partecipare allo sforzo collettivo di contributi che vede, in questo 2016, Mantova Capitale italiana della Cultura.
 
All'interno del percorso espositivo, Agostino Arrivabene dialoga con il Cristo morto, il capolavoro di Andrea Mantegna, attraverso la citazione di due artisti contemporanei, come Carlo Fabre e Alessandra Borsetti Venier che, negli anni Novanta crearono una vera e propria sinergia sul tema, dando origine a una serie di scatti fotografici che rileggevano in chiave contemporanea il dramma della morte del Cristo.
 
Orari:
Mattino: da martedì a domenica, dalle 10.00 alle 12.30
Pomeriggio: giovedì, dalle 15.00 alle 17.00; venerdì, sabato e domenica: dalle 15.00 alle18.00
 
Ingresso libero
 
Informazioni:
tel. +39 0376 360506 - +39 0376 432432
fax +39 0376 326685 -fax +39 0376 432433


rittico_Resurrectio_Christi_(rizoma)olio_su_lino.jpg