Idrovie

L'Idrovia Mantova - Adriatico, già canale Fissero Tartaro Canalbianco Po Levante, interessa le province di Mantova, Verona e Rovigo. Si tratta di un'infrastruttura idroviaria regolata, caratterizzata da alti standard prestazionali per la navigazione interna (IV-V classe cemt): offre garanzia di fondali costanti lungo i 136 km di sviluppo; velocità di corrente minima; elevata sicurezza. Il percorso, parallelo a quello del Po, parte dalla botte a sifone di Formigosa attraversa il basso mantovano, tra Mantova e Trevenzuolo è possibile collegarsi al Po e al Mincio attraverso la conca di San Leone, quindi il basso veronese ed entra nel Polesine fino alla conca di Baricetta ultimo manufatto prima del mare; da qui ci si può collegare all'idrovia Po-Brondolo in prossimità di Volta Grimana verso la laguna veneta. L'idrovia nel tratto della provincia di Mantova è conforme al transito di navi della V classe cemt, essendo stata interessata da recenti lavori di adeguamento, la sezione in sommità è di 54 metri più 2 di banca, la cunetta di fondo è di oltre 40 metri. In prossimità di Ostiglia è stato realizzato un bacino di viraggio attrezzato con scivolo per alaggio e varo e banchina retta per ormeggio natanti. Nel tratto mantovano sono state realizzate una serie di opere migliorative quali vie alzaie con funzione di strade di servizio, piste ciclopedonali e raccordo tra Po e Idrovia, zone di rinaturalizzazione nell'area demaniale.